SOCIETÀ TRASPARENTE

 

In ottemperanza alla normativa in tema di pubblicità e trasparenza ex D. Lgs. n. 33/2013 e ss. m. e i. nonché normativa collegata, riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni si pubblicano i seguenti documenti:

 

  • BILANCI D’ESERCIZIO

BILANCIO D’ESERCIZIO 2019 

BILANCIO D’ESERCIZIO 2018  

BILANCIO D’ESERCIZIO 2017  

 

  • ATTESTAZIONI E GRIGLIE DI RILEVAZIONE

GRIGLIA DI RILEVAZIONE

DOCUMENTO DI ATTESTAZIONE (ALLEGATO 1.4 ALLA DELIBERA N.141/2019 ANAC) 

GRIGLIA RIASSUNTIVA CONTRIBUTI (RIEPILOGO DEI CONTRIBUTI PUBBLICI E DEI CONTRATTI ACCREDITAMENTO) 

COSTI CONTABILIZZATI  

 

  • CARTE DEI SERVIZI 

CARTA DEI SERVIZI CASE FAMIGLIA DI: BUSNAGO – BUSSERO – BUSTO GAROLFO – INVERUNO – OLGIATE MOLGORA – VILLA CORTESE…    LINK  

  • STANDARD QUALITÀ – Rilevazione Customer Satisfaction

Da sempre attenta alle esigenze dei propri ospiti, ed al fine di garantire sempre standard di qualità elevati, la Società ha adottato il Sistema di Gestione per la Qualità secondo la lettera e lo spirito della norma internazionale UNI EN ISO 9001:2015.

Le Politiche per la Qualità sono un elemento di fondamentale importanza nell’ambito dello svolgimento delle attività e nell’erogazione dei servizi forniti agli ospiti definendo anche i seguenti obiettivi:

  1. garantire un’assistenza qualificata e continuativa con interventi personalizzati, individuali e/o di gruppo;
  2. perseguire livelli di salute ottimali e sviluppare le capacità funzionali residue dell’anziano;
  3. collaborare con gli organismi presenti sul territorio tra cui Ats e Comune;
  4. razionalizzare le spese rispettando i vincoli di bilancio nell’erogazione del servizio;
  5. gestire tutti i processi e le attività secondo il Sistema di Gestione per la Qualità orientato alle esigenze dei propri Ospiti, conformemente alla norma internazionale UNI EN ISO 9001:2015.

Gli obiettivi principali, nel rispetto della individualità,della riservatezza e della dignità della persona, sono mirati a garantire e favorire una qualità di vita il più possibile elevata all’ospite, considerandone i suoi bisogni psichici, fisici e sociali.

L’attività socio assistenziale si esplica attraverso prestazioni sempre più qualificate, garantite da personale appositamente formato e caratterizzate da un particolare interesse per l’aspetto umano.

La Customer Satisfaction RSA   , e Customer Satisfaction CDI  ,   “rilevazione della qualità percepita”, oltre a rispondere ad un onere normativo (Delibera Regione Lombardia n.  7395/01), consente all’organizzazione di perseguire le seguenti finalità:

  • indagare la qualità percepita da parte ei clienti rispetto alle diverse aree dei servizi offerti;
  • individuare i punti di forza, ma soprattutto gli aspetti più carenti rispetto ai quali elaborare progetti di perfezionamento in un ottica di miglioramento continuo;
  • permettere una costante supervisione della realtà organizzativa, monitorando i cambiamenti almeno con cadenza annuale.

 

  • LISTE D’ATTESA

I criteri di inserimento degli Ospiti nelle residenze sono definiti nelle apposite sezioni presenti nelle carte dei servizi di ogni struttura, secondo le indicazioni fornite dai competenti servizi regionali /ATS.

Generalmente,  salvo diversa previsione normativa, la procedura prevede una prima valutazione della domanda da parte dell’Equipe della Residenza che verifica l’appropriatezza del possibile ricovero. Successivamente,  la domanda di ingresso, corredata della documentazione necessaria, viene inserita nella lista di attesa sulla base dei criteri indicati nelle Carte dei Servizi.

 

  • ACCESSO CIVICO

Ai sensi dell’articolo 2-bis, comma terzo e degli articoli 5 e seguenti del D. Lgs. 33/2013, la Società riconosce il diritto di accedere ai dati, documenti e informazioni entro i limiti di quanto previsto dal D. Lgs. 33/2013, attraverso gli istituti dell’accesso civico semplice e dell’accesso civico generalizzato.

Le strutture sanitarie private accreditate sono soggette al diritto di accesso civico in relazione ai soli dati, documenti e informazioni relativi allo svolgimento dell’attività di assistenza sanitaria.

Ai sensi di quanto previsto dagli articoli 5 e ss. del D. Lgs. 33/2013, la Società si riserva di dare comunicazione delle richieste pervenute agli eventuali controinteressati e di dare diniego alle richieste di accesso per le ragioni e i motivi indicati dalla legge.

Ai sensi dell’art. 5, comma 4, del D. Lgs. 33/2013 il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è soggetto al rimborso del costo sostenuto e documentato dalla società per la riproduzione su supporti materiali.

Le richieste di accesso ricevute sono riportate in apposito registro.  

 

Accesso civico semplice | Modalità di presentazione delle richieste

L’accesso civico semplice (art. 5, comma primo, del D. Lgs. n. 33/2013) ha ad oggetto dati, documenti e informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria, qualora sia stata omessa la loro pubblicazione.

Il competente per l’accesso civico semplice è il Coordinatore di struttura.

La richiesta di accesso civico semplice ai sensi dell’art. 5, comma primo, del D. Lgs. n. 33/2013, dovrà identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti e potrà essere presentata alternativamente:

  • via Pec all’indirizzo: sodalitas@pec.confcooperative.it
  • via mail o tramite posta ordinaria all’indirizzo della struttura pubblicati sul presente sito;
  • di persona presso l’indirizzo della struttura pubblicato sul presente sito.

Titolare del potere sostitutivo, attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta, è il legale rappresentante contattabile all’indirizzo: info@grupposodalitas.it

 

Accesso civico generalizzato | Modalità di presentazione delle richieste

L’accesso civico generalizzato (art. 5, comma secondo, del D. Lgs. n. 33/2013) ha ad oggetto dati, documenti e informazioni ulteriori rispetto a quelli che la Società è obbligata a pubblicare, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti e dei divieti di legge.

Il competente per l’accesso civico generalizzato è il Coordinatore di struttura.

La richiesta di accesso civico generalizzato ai sensi dell’art. 5, comma secondo, del D. Lgs. n. 33/2013 dovrà identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti e potrà essere presentata alternativamente:

  • via Pec all’indirizzo: sodalitas@pec.confcooperative.it
  • via mail o tramite posta ordinaria all’indirizzo della struttura pubblicati sul presente sito;
  • di persona presso l’indirizzo della struttura pubblicato sul presente sito.

 

  • CLASS ACTION

In merito alla notizia del ricorso in giudizio proposto dai titolari di interessi giuridicamente rilevanti ed omogenei nei confronti delle amministrazioni e dei concessionari di servizio pubblico al fine di ripristinare il corretto svolgimento della funzione o la corretta erogazione di un servizio si dichiara che alla data del 31.12.2020 non risultano ricorsi in giudizio nei confronti della Società da parte di titolari di interessi giuridicamente rilevanti ed omogenei.